Apre il 17 novembre il Bando della Regione Toscana per finanziare i progetti d’internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese toscane

Al via la preparazione delle domande di contributo

La Regione Toscana ha emesso il provvedimento a supporto delle imprese che presentano progetti d’intervento sui mercati internazionali extra UE.

 Destinatari

Micro, Piccole e Medie Imprese, in forma singola e associata, esercitanti un’attività economica primaria che corrisponda a uno dei seguenti Codici ATECO:  

SEZ. B  Estrazione di minerali da cave e miniere ad esclusione del gruppo 05.1, 05.2 e della classe 08.92;

SEZ. C  Attività manifatturiere, ad esclusione del gruppo 19.1;

SEZ. D  Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;

SEZ. E  Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;

SEZ F  Costruzioni;

SEZ I  Servizi di alloggio e ristorazione, limitatamente ai codici 55.1, 55.2, 55.3, 55.9;

SEZ. H  Trasporto e magazzinaggio ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1, e 53.2;

SEZ. J  Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 e dei gruppi 61.9 e 63.9;

SEZ. M  Attività professionali, scientifiche e tecniche;

SEZ N  Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente ai codici 79 e 82.3;

SEZ. R  Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente ai gruppi 90.03.02 e 93.29.20;

SEZ. S  Altre attività di servizi, limitatamente alla categoria 96.01.

Iniziative e progetti ammissibili

Sono ammessi progetti d’investimento rivolti a Paesi esterni all’Unione Europea per l’acquisizione di servizi qualificati relativi alle seguenti attività:  

  • Partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale
  • Promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero
  • Servizi promozionali
  • Supporto specialistico all’internazionalizzazione
  • Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati

Per maggiori e più dettagliate informazioni, rimandiamo al Catalogo dei Servizi avanzati in allegato

Tipologia dei progetti

I progetti dovranno prevedere un investimento minimo di 10.000 euro e massimo di 150.000 euro. Nel caso di aggregazioni di imprese l’investimento minimo è pari a 30.000 euro e quello massimo a 1 milione di euro.

Spese ammissibili e tempistiche

Le spese ammissibili sono quelle sostenute dopo la presentazione della domanda, con la sola eccezione delle spese per la partecipazione a fiere sostenute dal 23 febbraio 2020.  I progetti dovranno avere durata massima di 8 mesi; la data di apertura sarà definita con un provvedimento di prossima emanazione, il Bando resterà aperto per 15 giorni dalla data di pubblicazione sul B.U.R.T.

Tipologia e intensita’ di contributo

Si tratta di contributi in conto capitale in percentuale che varia dal 30% al 50% in base alla dimensione d’impresa e alla tipologia di progetto, per maggiori e più dettagliate informazioni, vedi la scheda in allegato relativa all’intensità di contributo

Apertura del bando e selezione dei progetti finanziabili

Le domande potranno essere presentare dal 17 novembre 2021 dalle ore 12:00 fino al alle ore 17:00 del 2 dicembre 2021. E’ prevista una prima fase in cui saranno attribuiti i punteggi di selezione e premialità e una seconda fase in cui verranno verificati i requisiti formali.