Rifinanziata la Nuova Sabatini

Il Consiglio dei Ministri stanzia 600 milioni di euro

Il Consiglio dei Ministri del  30 giugno u.s. n con un Decreto Legge  che verrà pubblicato nei prossimi giorni, ha rifinanziato con 600 milioni la Nuova Sabatini, per il sostegno agli investimenti produttivi delle PMI per l’acquisto di beni strumentali.

Il decreto prevede il rifinanziamento della Nuova Sabatini con  300 milioni di euro per il 2021,  per il sostegno di investimenti produttivi delle piccole e medie imprese per acquisto di beni strumentali.

A questi si aggiungono  altri 300 milioni ai sensi del disegno di legge di assestamento di bilancio per l’anno 2021 approvato nella medesima seduta del Consiglio.

Per le domande trasmesse antecedentemente al 1° gennaio 2021, per le quali sia stata già erogata in favore delle PMI beneficiarie almeno la prima quota di contributo, il Ministero può procedere ad erogare le successive quote di contributo.

La misura mira, inoltre, ad equiparare il trattamento delle imprese beneficiarie della “Nuova Sabatini”, consentendo l’erogazione accelerata delle rimanenti quote di contributo in favore di tutte le PMI, indipendentemente dalla data di presentazione della domanda e dall’importo del finanziamento.

ATTENZIONE!! Per tutte le domande presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a partire dal 1° gennaio 2021, l’erogazione del contributo è effettuata in un’unica soluzione, anziché in sei quote annuali come previsto dall’impianto originario dello strumento agevolativo.  Per questo la Legge di Bilancio ha stanziato ulteriori 370 milioni di euro per il 2021.