Contributi a fondo perduto per le aziende della Filiera Agroalimentare

Con  Decreto Sostegni domande fino al 28 maggio 2021

Fino al 28 maggio p.v.,  le aziende della filiera agroalimentare possono inoltrare la domanda per i contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Sostegni, da inoltrare sul sito dell’Agenzia delle Entrate (https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/) .

Viene inoltre prorogata la cassa integrazione salariale per operai agricoli per un massimo di 120 giorni fino al 31 dicembre 2021.

Ai titolari di reddito agrario con compensi e ricavi non superiori a  €  10 milioni verrà riconosciuto un contributo a fondo perduto, a condizione che l’ammontare medio mensile del fatturato del 2020 sia inferiore almeno del 30% all’ammontare medio mensile del fatturato del 2019.

Il contributo,  basato sul fatturato dell’azienda, è determinato in misura pari all’importo ottenuto applicando una  percentuale  alla differenza  tra  l’ammontare  medio mensile del fatturato  e  dei corrispettivi  dell’anno  2020  e  l’ammontare  medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2019 e va da un massimo del 60% della perdita subita per chi ha ricavi o compensi non superiori ai 100 mila euro al minimo del 20% per chi ha ricavi o compensi tra i 5 e i 10 milioni di euro.

Leggi il Comunicato del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali a questo link: https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16768