Regione Toscana, stanziati oltre 25 milioni di euro per le imprese

Ristori all’artigianato artistico, ristoratori e loro fornitori, organizzatori di eventi e cerimonie, imprese dello svago e per chi opera nella filiera dell’attività sportiva e del turismo

Il primo bando sarà destinato alle micro, piccole e piccolissime imprese i all’artigianato artistico,  per le quali sono stati stanziati 3 milioni e 800 mila euro; le domande potranno essere inviate  dal 16 al 30 aprile 2021.

Il secondo riguarda la filiera della ristorazione, che ha a disposizione 4 milioni di euro, così suddivise: due milioni per i ristoranti, due per i loro fornitori. Le domande dal 4 al 18 maggio 2021

Con il terzo bando sono stati stanziati 2 milioni e 730 mila euro per gli organizzatori di eventi  e per il loro indotto,  per le imprese dello svago, gli spettacoli viaggianti e l’attività sportiva; le domande dal 19 maggio fino al 3 giugno 2021.  ).

Per quanto riguarda il turismo sono stati stanziati 14 milioni e 600 mila , compresi i fondi stanziati di recente del Governo, ma si dovrà aspettare la conversione del decreto legge “Sostegno” del 13 marzo. Di questi  sei i milioni per taxisti, noleggiatori con conducente, guide ed agenzie di viaggio (con priorità a chi è rimasto escluso dal click day) e 8 milioni e 600 mila euro per le strutture ricettive.

Per i bandi  rivolti all’artigianato artistico, ristorazione e filiera, eventi, svago ed attività sportiva, è previsto un contributo a fondo perduto di 2500 euro per ciascuna impresa.

ATTENZIONE! Per poter  fare domanda occorre aver avuto in tutto il 2020 un calo di fatturato (o dei corrispettivi) almeno del 30%! Per chi nel 2019 non era attivo il ristoro sarà concesso in base ai mesi di attività nel corso del 2020.

E’ importante sottolineare fin da subito che non ci saranno click day:  la graduatoria sarà calcolata sulla base del calo del fatturato, con perdite di almeno il 30%.